26 Novembre, 2020

Al via la Settimana milanese della moda

Al via la Settimana milanese della moda

68 sfilate in 6 giorni. Milano torna la capitale della moda con la fashion week dedicata alla donna.

Da oggi 25 febbraio al 2 marzo sfila in passerella l’autunno inverno 2015-2016. Si parte da Gucci, con la prima collezione ufficiale di Alessandro Michele sostituto di Frida Giannini, si chiude con Giorgio Armani, il designer simbolo della città meneghina cui è affidato, il 30 aprile, l’apertura di Expo. Milano moda donna costituisce infatti un volano per l’Esposizione universale: in programma tanti eventi che mettono insieme fashion, design e food. Come il mega party di sabato sera al Castello Sforzesco organizzato da Elle.

10426076_848060695254867_7698210459133949243_n_jpg_600x0_q85“Questa edizione è particolarmente attesa perché precede l’apertura di Expo 2015 e, in qualche modo, contribuisce a prepararlo. Sfilate, presentazioni e eventi che esprimono uno dei tratti distintivi della città, in cui design , buon gusto e attenzione alla qualità e alla ricerca si fondono dando origine al più autentico stile Milano”, commenta l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Moda e Design Cristina Tajani. La fashion week mette al centro i giovani. Il 24 sera i vincitori del concorso Next Generation hanno presentato le loro creazioni al Teatro Vetra. Inoltre nuovi nomi sfilano per la prima volta a Milano Moda Donna: Vivetta e Philosophy di Lorenzo Serafini, e molti sono i designer che hanno scelto per la prima volta Milano per presentare le proprie collezioni: Giannico, Co|te, Coliac by Martina Grasselli, Hache, Capucci, Philippe Model Paris, V°73, Rubeus, e la fashion blogger più famosa d’Italia Chiara Ferragni. Al Fashion Hub di Palazzo Giureconsulti, cuore pulsante di tutta la manifestazione, tante le iniziative in programma come la mostra “Pelle, una storia italiana“, realizzata grazie all’archivio storico di Lineapelle; o la presentazione di “Suola 2.0”, la scarpa con il microchip di Cuoio di Toscana e Fratelli Rossetti che con una nuova tecnologia consente di certificare la provenienza della suola e la tracciabilità della materia prima.

A Milano la moda di respira anche per strada. Addirittura si calpesta. “Sopra il Sotto – Tombini Art raccontano la Città Cablata“, é la mostra oper air di 24 tombini disegnati dagli stilisti che dal 24 febbraio 2015 a gennaio 2016 coloreranno via Montenapoleone e Via Sant’Andrea. I tombini saranno poi battuti all’asta da Christie’s e il ricavato sarà devoluto in beneficenza in favore di Oxfam Italia.  La fashion week è a portata di tutti. Così chi non ha un invito alle sfilate può seguire la diretta streaming sul sito milanomodadonna.it. Oppure piazzarsi di fronte a uno dei tanti maxi schermi in giro per la città da Via Croce Rossa, Corso Vittorio Emanuele angolo Piazza San Babila, Piazza Cordusio fino a Piazza Mercanti. “Questa edizione parte sotto buon auspicio. Siamo alla vigilia di un periodo eccezionalmente positivo che cambia in meglio le previsioni, non solo di fatturato, ma di saldo attivo della bilancia commerciale che ritengo supererà i 20 milioni di euro. Il prezzo del petrolio è sceso della metà rispetto a sei mesi fa, ma è soprattutto il cambio euro/dollaro, tornato sotto i livelli del suo esordio a 1.14, che favorirà le nostre esportazioni”, commenta Mario Boselli, Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana.

Redazione TCG News

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi