21 Agosto, 2019

L’artista messicana Yoje Dondich arriva a Milano

L’artista messicana Yoje Dondich arriva a Milano

Condividi su

Dopo la presentazione di grande successo a Madrid, l’esposizione La sinestesia delle forme dell’artista messicana Yoje Dondich, arriva a Palazzo Giureconsulti a Milano, dove 14 opere saranno esposte per la prima volta in Italia dal 7 marzo.

https://www.facebook.com/events/987591441630010/

Con un programma che promueve e diffonde l’arte di creativi messicani in altre nazioni, l’impresa messicana Must Wanted Group, presenta l’esposizione attraverso la quale si propone l’analisi di differenti esplorazioni formali sviluppate dall’artista attraverso la pittura.

Invito inaugurazione mostra
Giovedì 7 marzo, 2019 ore 19:00

La mostra sará esposta fino al 5 aprile, inizila con Retorno, opera nella quale per la prima volta Dondich utilizza l’astrazione. Con questo quadro l’artista realizza composizioni caratterizzate da un forte dominio della linea e una misurata frequenza nell’integrazione del colore, alle quali aggiunge inoltre forme organiche.

Il percorso continua con la presentazione dell’evoluzione di queste esplorazioni, cominciando da quadri che includono elementi surrealisti e geometrici nei quali il colore e il principale protagonista. Insomma, un insieme di opere, dove e possibile osservare la ricerca della volumetria partendo dalla relazione con determinate forme geometriche, che fanno risaltare queste esplorazioni durante la tappa piu recente.

Per l’artista messicana, “questa esposizione rientra in un lavoro di piú di 35 anni. Oggi mi sento a mio agio a scoprire i colori, le forme. Mi sono basata sulla geometria e il colore per esprimere quello che ho imparato nel tempo”.

Il Palazzo Giureconsulti, é uno degli spazi storici piú importanti di Milano, situato di fronte a Piazza del Duomo. Fu inaugurato nel 1654, concepito in origine come scuola per politici e avvocati, successivamente e stato utilizzato come sede della Camera di Commercio. Attualmente da spazio a conferenze ed eventi culturali nazionali e internazionali.

SULLARTISTA

Yoje Dondich (Cittá del Messico, 1952) ha studiato Psicologia, Disegno, Logoterapia e Interior Design. Ha realizzato la sua formazione plastica con diversi maestri messicani e stranieri come Rolando Belfai, Isaac Stavans e Manuel Guillén.

Il vocabolario di Yoje e complesso, non si puo orientare a unica direzione, il suo alfabeto e figurativo e astratto, surrealista e onirico. La molteplicitá delle sue opere si deve per la maggior parte alla sua costante ricerca nell’esprimere ¡ dubbi che sorgono nel mondo interiore e creativo. Per Yoje l’osservazione e un’azione permanente e essenziale del suo lavoro.

Agli inizi ha utilizzato il disegno per creare opere con una forte tendenza al surrealismo, che poi ha anche materializzato in quadri con pittura a olio. Verso gli anni Novanta il suo stile ha subito una svolta radicale verso il campo dell’astrazione. Si tratta di un insieme di quadri che corrispondono a un momento di ricerca formale con la pittura, dove il colore, la linea, le forme e ¡ tratti sono ¡ principali protagonisti.

INFORMAZIONI

Yoje Dondich. La sinestesia delle forme

Dal 7 Marzo al 5 Aprile del 2019 Palazzo Giureconsulti, Galleria Passi Perduti Piazza Mercanti 2, Milano, Italia

Condividi su

Related posts

shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi