27 Ottobre, 2020

LA MOSTRA DEI TESCHI D’AUTORE ARRIVA A MILANO IN OCCASIONE DEL SALONE DEL DESIGN

LA MOSTRA DEI TESCHI D’AUTORE ARRIVA A MILANO IN OCCASIONE DEL SALONE DEL DESIGN

Condividi su

DAL 28 SETTEMBRE AL 10 OTTOBRE 2020 I COLORATISSIMI TESCHI REALIZZATI DAGLI ARTISTI DEL CARNEVALE DI VIAREGGIO SARANNO ESPOSTI NEL CENTRO STORICO DI MILANO Una iniziativa nata dalla collaborazione tra Fondazione Carnevale di Viareggio e Lucca Center of Contemporary Art e il Consolato Generale del Messico, patrocinata dal Comune di Milano. Nell’ambito delle azioni che il Comune di Milano svolge per la ripresa delle attività culturali, la Fondazione Carnevale di Viareggio, il Lucca Center of Contemporary Art e il Consolato Generale del Messico ha organizzato la mostra “THE SKULL PARADE. IL TEMPO DELLA VANITÀ. I TESCHI RACCONTANO”, che sarà presente a Milano dal 28 settembre al 10 ottobre. L’iniziativa si presenta in occasione della Milano Design City, quest’anno dedicata alla cultura del progetto e dell’innovazione, con attenzione particolare alla riprogettazione degli spazi urbani, la sostenibilità e l’economia circolare. La Mostra, partita da Viareggio dove è stata allestita durante l’ultima edizione del Carnevale arredando in modo inconsueto alcuni degli angoli più belli della Città, sarà allestita nel centro storico di Milano, lungo via Marconi nei pressi del Museo del Novecento, esponendo alcuni dei coloratissimi e monumentali teschi realizzati dagli artisti del Carnevale di Viareggio come espressione di arte urbana. L’ideatore e curatore dell’evento Maurizio Vanni-direttore generale del Lucca Center of Contemporary Art – ha affidato la realizzazione dei teschi d’autore ad artisti del Carnevale di Viareggio e artisti figurativi contemporanei italiani ed internazionali. Una Mostra che si ispira alla tradizione popolare messicana del Giorno dei Morti (Día de Muertos) dove i teschi -conosciuti come “calaveritas”- fanno parte di uno dei dieci elementi che compongono gli altari dei morti che le famiglie messicane collocano nei cimiteri o nelle loro case per il “Giorno dei Morti” in omaggio alla memoria dei cari defunti. I teschi rappresentano in una prospettiva indigena il temporaneo ritorno delle anime nelle loro case e nel mondo dei vivi, per convivere con la famiglia e per nutrirsi dell’essenza del cibo che viene loro offerto sugli altari posti in loro onore, richiamando l’inevitabile passaggio dal terreno al mistico. Sono un’espressione di cultura popolare che si mantiene sino ai nostri giorni grazie a un mix di tradizioni preispaniche, del cosmo visione dell’atto di morire come l’inizio di un viaggio a Mictlán (il regno dei morti) e il suo sincretismo tra il paganesimo e il culto ai morti del cattolicesimo, dando origine a una delle festività più significative del Messico che si celebra il 1° novembre di tutti gli anni. La mostra “The Skull parade. Il tempo della Vanità. I teschi raccontano” è il risultato dell’impegno congiunto tra Fondazione Carnevale di Viareggio (rappresentata dalla sua presidentessa MariaLina Marcucci e dalla collaboratrice Ivana Papa), Lucca Center of Contemporary Art e Consolato Generale del Messico a Milano, che patrocina l’iniziativa insieme al Comune di Milano.

Condividi su

Related posts

shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi