09 Maggio, 2021

Allerta Meteo, mercoledì 2 Dicembre

Allerta Meteo, mercoledì 2 Dicembre

Allerta Meteo, mercoledì 2 Dicembre con una BOMBA di neve al Nord! Nevicate anche a Milano, Torino e Bologna. Tutti i DETTAGLI

Allerta meteo: tutti i dettagli sul maltempo e la neve di mercoledì 2 Dicembre: accumuli fino a 40/50 cm al Nord. Ecco i dettagli anche per le città coinvolte, tra cui Milano, Torino e Bologna

Il vortice freddo oramai è in azione sull’Italia, con minimo principale  posizionato tra la Corsica e la Toscana e con fronti perturbati più attivi e più intensi  soprattutto sul Golfo ligure, sulla Liguria in genere, sul buona parte del Piemonte, anche sul Centro Ovest Lombardia, con nevicate già in atto a bassa quota, in particolare sul Piemonte meridionale, ma anche sul Nord Appennino, sul Nordest Piemonte, Verbania, e su Nordovest Lombardia; altre nubi con rovesci e locali temporali sulla Romagna, sul Veneto centro-orientale, verso l’alto Adriatico e piogge sparse tra Lazio, Umbria e Marche. Addensamenti con altre piogge sulla Sardegna centro-settentrionale e localmente sul basso Tirreno, soprattutto sulla Calabria settentrionale, Cosentino occasionalmente sul Nord della Puglia e Ovest Campania, Salernitano. Ma sarà nelle prossime ore serali, notturne e per tutta la mattinata di domani – mercoledì 2 Dicembre – che arriverà il maltempo invernale più intenso specie sulla Liguria, su alta Toscana, sull’ Emilia, sul Piemonte centro-meridionale e su gran parte della Lombardia. Di seguito tutti i dettagli della nostra allerta meteo:

Su tutte queste are, il minimo depressionario richiamerà aria ancora più fredda dai quadranti nordorientali con nevicate, estese, persistenti e spesso anche abbondanti. Nella cartina allegata, abbiamo esposto tutte le aree interessate dalla neve, mediamente fino a bassa quota o in pianura, localmente a quote un po’ più alte, 400/ 600/700 metri soltanto sull’Appennino toscano settentrionale e su qualche settore alpino. I settori dove la neve cadrà in maniera intensa per diverse ore saranno quelli emiliani appenninici, ma anche di pianura centro-occidentali, su quelli appenninici della Toscana settentrionale e tutto il Sud Piemonte, soprattutto sul Cuneese, diffusamente anche sull’Alessandrino, sull’Astigiano meridionale e nevicate intense anche sui rilievi interni della Liguria centro-occidentale, ai confini con il Piemonte. Su queste aree, fino alle ore centrali e pomeridiane di domani, saranno possibili accumuli fino a 30 /40 cm a bassa quota o in collina, diversi centimetri anche in pianura. In particolare sulle città coinvolte sono attesi fino a 30 cm a Cuneo, 35/40 cm a Mondovì, fino a 40/50 cm sui confini piemontesi-liguri tra Ceva, Aquafredda, Saliceto, Cairo Montenotte, Calizzano; 15/20 cm ad Asti.

Scarsi accumuli a Torino, dove sono previste al più imbiancate nella mattinata di domani. Possibili 10 cm a Pavia, 10/20 a Piacenza, accumuli attesi, specie nel pomeriggio, anche a Milano, fino a 5/7 cm; 10/15 cm a Parma, 5/10 a Reggio Emilia, imbiancate o alcuni centimetri anche a Modena. Bologna, stando alle elaborazioni serali, potrebbe essere al di fuori delle precipitazioni nevose, quindi con pioggia prevalente, salvo fiocchi misti o bagnati. Neve in pianura è attesa anche sul Veneto, soprattutto tra Verona, Padova e Treviso anche qui con imbiancate o alcuni centimetri fino localmente a 5 cm.

Naturalmente, neve diffusa fino a bassa quota su tutti i settori alpini e prealpini o comunque a quote collinari con media accumuli di 5/10 cm. Nubi con piogge e temporali diffusi al Centro, forti sul Lazio e sulla Campania, qui con possibili nubifragi, soprattutto sulle aree occidentali campane, piogge di buona consistenza anche su Abruzzo, verso il medio Adriatico, Umbria, con neve sull’Appennino mediamente oltre 1300/1.500 m, ma anche più in alto in giornata per via di aria più calda da Sudovest. I valori termici saranno in sensibile calo al Nord, in aumento sulle aree centro-meridionali. Venti forti da Sudovest sul basso Tirreno,  moderati o forti da Sud sulla Sicilia, forti di Scirocco su quasi tutto l’Adriatico, soprattutto centro-meridionale, da Nordest sull’alto Adriatico, anche sulla Liguria e sull’alto Tirreno; venti da Nord Ovest sul Mare di Sardegna e sui Canali e Mari delle isole maggiori in genere. Di seguito le pagine per monitorare la situazione in tempo reale ecco le immagini di radar, satelliti e fulminazioni in diretta:


Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi