06 Giugno, 2020

Dall’Emilia al Nepal : Il viaggio di Davide Gaddi e la catena grazie.

Dall’Emilia al Nepal : Il viaggio di Davide Gaddi  e la catena grazie.

Condividi su

Genova, 13 maggio 2016E’ iniziato sabato 30 aprile, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede della Croce Blu di Mirandola ricostruita dopo il sisma 2012, il viaggio di Davide Gaddi. Duemila chilometri in bicicletta attraverso 9 regioni d’Italia; 50 tappe, 20mila metri di dislivello per portare il ringraziamento dell’Emilia alle numerose associazioni che la hanno sostenuta.

Catena Namaste è il nome di questo progetto solidale per dire “grazie” a tutti coloro che hanno contribuito ad aiutare la comunità emiliana e nel contempo per raccogliere fondi per sostenere altre popolazioni colpite dal terremoto, in particolare sensibilizzare sulla situazione del Nepal, colpito a sua volta da un violento terremoto il 25 aprile 2015.

Nel 2012 oltre quattromila volontari provenienti dalle pubbliche assistenze Anpas di tutta Italia hanno preso parte al soccorso e all’assistenza per le comunità colpite dal terremoto in Emilia nel 2012. Per questo Davide Gaddi, insieme all’amministrazione comunale di Mirandola, ha deciso di portare il ringraziamento ai volontari intervenuti. Contemporaneamente la scelta di continuare la catena della solidarietà con una raccolta fondi fatta da Anpas per l’infanzia in Nepal.

Davide%20Gaddi (1)

 

Il biker Davide Gaddi attraversa 9 regioni italiane in 50 tappe e 20mila metri di dislivello in un percorso conosciuto come Catena Namaste. L’obiettivo è ringraziare le Pubbliche Assistenze Anpas e le Istituzioni che hanno lavorato per il dopo sisma emiliano e solidarizzare con la situazione del Nepal.

IL PERCORSO

Davide è partito in mountain bike sabato 30 aprile da Mirandola. Le tappe in tre settimane prevedono Trieste, il Friuli Venezia Giulia, il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Liguria e la Toscana. L’arrivo è previsto a Mirandola il 28 maggio in occasione dell’anniversario della seconda scossa che colpì l’Emilia nel 2012.

Il viaggio fissa una tappa in tutti i centri dai quali sono partiti uomini e mezzi di Anpas e della Protezione civile per aiutare Mirandola a risollevarsi dalle devastazioni del sisma.

Per salutare i volontari di Anpas Liguria Davide farà tappa lunedì 16 maggio a Cogoleto, ospite della Croce d’Oro di Sciarborasca, e martedì 17 maggio a Sarzana, ospite della Pubblica Assistenza Sarzana.

Come si conviene per un ospite gradito, ad accoglierlo a Cogoleto saranno presenti il Presidente della Croce d’Oro di Sciarborasca Vittorio Obinu, il Presidente ANPAS Comitato Liguria Lorenzo Risso e la Sindaco di Cogoleto Sig.ra Anita Venturi. La cerimonia avviene nella piazza del Municipio, quindi è previsto il trasferimento in bicicletta a Sciarborasca dove Davide parteciperà a una cena con i volontari della Croce d’Oro, il Presidente e la Commissione regionale Protezione Civile ANPAS Liguria.

Ospite della Croce anche per il pernottamento, Davide partirà martedì 17 maggio con destinazione Sarzana presso l’omonima Pubblica Assistenza dove ad attenderlo ci sarà il Presidente Giorgio Oddi.

LA RACCOLTA FONDI.

La raccolta fondi (realizzata a Genova dal GRUPPO GIOVANI ANPAS LIGURIA presso lo Stadio Luigi Ferraris in occasione della partita Genoa-Torino in data 11 maggio 2015) va a favore dell’orfanotrofio “Motherhood Care Nepal” a Lalitpur, vicino a Kathmandu e alla formazione di tecnici locali per la ricostruzione dopo il violento

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright TCG News

Condividi su

Related posts

shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi