19 dicembre, 2018

Grey Est, la dominicana che fa fronte al razzismo con l’arte: L’Art&Inclusion

Grey Est, la dominicana che fa fronte al razzismo con l’arte: L’Art&Inclusion

Condividi su

Il suo sorriso porta i colori della sua vita, lei una donna con energia da “regalare” e non da vendere, perche l’artista fa tutto con amore, regala sempre sé stessa in quello che realizza, che sia un’opera d’arte, una mostra o un progetto, così è Grey Estela Adames in arte Grey Est.

Artista autodidatta. Nasce nella Repubblica Dominicana, dove ha vissuto sino ai sette anni. Si trasferisce alla città di Caracas (Venezuela), lì esegue gli studi e si affaccia timidamente al teatro prendendo parte ad alcuni laboratori teatrali, tra questi la scuola di “Arturo Placencia”, lavora anche da modella. A un certo punto della sua vita conosce un cittadino di origine italiana, si sposa, trasferendosi quindi in Italia. Inizia una nuova vita, l’artista e modella lascia spazio al ruolo di madre-moglie. Nel frattempo legge e studia libri di opera dei grandi maestri della pittura di tutti i tempi facendone tesoro. All’improvviso, una “rivelazione”, dipinge quasi per caso su un cartone telato, acquistato per il figlio, provando un’emozione mai sentita prima, quasi somatizzando attraverso la tela il proprio dolore, in un momento difficile della sua vita. Si documenta sulle tecniche del colore e del disegno iniziando un percorso in “solitario”, dando vita ad un nuovo viaggio sia umano che artistico, realizzando opere dipinte in modo “viscerale ed istintivo senza realizzare bozzetti preparatori”, le quali provocano nell’osservatore sensazioni di bellezza, sensualità, sentimenti ed interrogativi sull’esistenza stessa.

Considera la pittura, ma soprattutto l’arte in generale, un’importante mezzo d’integrazione tra i popoli, in un mondo in cui la differenza razziale spesso allontana le persone. Vanta discendenze tra le più variegate, legate alle meravigliose isole delle Antille minori, da Cuba a Portorico alla Repubblica Dominicana, non trascurando origini afro ed europee, come si evince dalle sue caratteristiche somatiche.

20160922_143717Ha partecipato a diverse mostre personali e collettive, riscuotendo sempre un significativo successo sia di critica che di presenze, oltre ad eventi e programmi televisivi trasmessi su TV satellitari, inoltre data la sua particolare sensibilità e vissuto, partecipa ad eventi a scopo benefico con la donazione di sue opere. E’ socia dell’Associazione culturale “ARS EST VITA” Onlus di Ceccano, che ha curato la realizzazione di alcune sue mostre e partecipazione ad eventi. Risiede nel frusinate da circa 16 anni.

Grey Est una artista che si muove a 360° nell’arte, l’arte della pittura ha trasformato il suo mondo e  il suo modo di vedere e  vivere l’arte. Confessa che il suo spirito d’artista la porta ad una costante ricerca di nuove forme per esprimere quello che ha dentro e, quando ne scopre di nuove, a lasciare propria impronta attraverso di esse, maturando sempre nuove idee e creando nuove modalità attraverso le quali comunicare.

E’ per questo che lei ha molti progetti in testa, sia sul piano personale  ma anche nel mondo della moda, decorazioni, restauro, la sua voglia di fare travolgente travolge chi le sta vicino. Lei spazia a 360° con la sua arte. “Sono sempre disposta ai cambiamenti”, ammette Grey, e pensa che i cambiamenti siano solo una forma di espressione del suo modo di essere,  per lei il cambiamento rappresenta l’alimento della sua vita, “Il cambiamento è alimento” è per questo che lei trasforma la sua arte affinché si adatti ai diversi oggetti, materiali e forme.

L’artista Grey Est ha iniziato anche una Campagna contro il razzismo #NOTORACISM, importante iniziativa dell’artista la quale attraverso la realizzazione di una t-shirt vuole comunicare un’idea, un sentimento, permettendo così di “indossare” un concetto che sta a cuore a Grey in quanto lei stessa alcune volte nella sua vita si è sentita discriminata.

dsc_0153

#Notoracism nasce nel 2014 per promuovere il progetto l’Art&Inclusion:”Integrazione attraverso l’arte”. La t-shirt mostra una stampa di un suo dipinto “La madre Fratellanza” opera emblema del progetto, composto da 12 tele (80x120cm), realizzato dalla artista in collaborazione con un gruppo di ragazzi.

Ammirabile come riesce a convivere con mille attività, porta avanti l’arte nelle scuole dal 2014 come un percorso didattico formativo attraverso il progetto “Art&Inclusion”, a favore della integrazione tra le multiculturalità presenti nelle scuole italiane, a seguito del fenomeno della importante immigrazione degli ultimi anni. Lei sostiene che grazie all’arte si riesce a comunicare e far conoscere mondi e situazioni nuove, stimolando l’intelligenza dei ragazzi. Nel 2015 Art Inclusion si presentò nell’Istituto III e IV Comprensivo di Frosinone con grande successo, tanto che sarà replicato anche in altre scuole e altre città nel corso di quest’anno.

“Voglio creare ponti e abbattere muri, questo lo spirito della nostra campagna per sensibilizzare, #Notoracism vuole essere un contributo per migliore il mondo. Vorrei lasciare una traccia del mio vissuto  cosi come in ogni mia opera nella quale lascio tutta me stessa” ha sottolineato così l’artista, molto orgogliosa di quanto fino ad oggi ha ottenuto.

Per lei la sua arte è stata e tutt’ora lo è, la sua principale auto terapia che l’ha portata ad essere sempre solare e positiva, ottenendo molte soddisfazioni. Ha partecipato a numerose mostre individuali e collettive, alla Biennale d’arte in Frosinone, alle mostre nelle Università, nelle serate di beneficenze, nell’Ambasciate, ha inoltre vinto alcuni premi e riconoscimenti vari per la sua arte ed il suo lavoro solidale. Di recente ha partecipato allo Spoleto ArtFestival –  Art in City 2016,  lo scorso fine di settimana, senza fermarsi. Infine ha fatto parte della giuria nel Miss Bellezza Latina in Italia 2016 a Siena, promuovendo la sua campagna contro il razzismo. Le concorrente hanno indossato le t-shirt #Notoracism.

“Credo fermamente che l’artista abbia un privilegio, quello di poter ottenere che il suo dono artistico possa concretamente contribuire alla sensibilizzazione, a creare coscienza e ad aiutare gli altri” Grey Est.

di Elsy Aparicio
Foto: Elsy Aparicio | TCG News
RIPRODUZIONE RISERVATA © TCG News+

Condividi su

Related posts

shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi